Guaine E Fasce Per Il Parto E La Gravidanza

Durante tutta la gravidanza la pancia e la schiena vengono messe a dura prova dal peso del bambino. Con l’aumentare del pancione, il baricentro del corpo si sposta sensibilmente e la colonna vertebrale, nella zona lombare, subisce una notevole modificazione della sua naturale curvatura. La conseguenza più immediata di questa trasformazione è il tipico dolore nella parte inferiore della schiena e molte donne sperimentano una spiacevole sensazione di fatica nel sostenere il peso del pancione.
Per ovviare a questo tipo di problema, in alcuni casi è consigliato l’utilizzo di fasce, guaine e pancere, in grado di contenere il peso della pancia e alleviare eventuali disturbi alla schiena.

Le differenze

Ognuno di questi prodotti presenta differenti caratteristiche: imparando a conoscerle, è più facile scegliere quella maggiormente adatta alle proprie esigenze.
• Fascia gravidanza – È una vera e propria striscia di tessuto elastico, che viene posizionata subito sotto il pancione e fissata grazie ad un sistema di chiusura a velcro.
• Guaina gravidanza – Al contrario della fascia, questa avvolge tutto il pancione e sostiene la schiena. Solitamente è venduta in due parti distinte, uno slip e una fascia che viene applicata per mezzo del velcro.
• Pancera gravidanza – Questo modello è quello più propriamente anatomico. La sua forma abbraccia alla perfezione tutto il pancione ed offre un valido sostegno alla zona lombare.

Domande

La domanda più frequente è: qual’è il modello migliore? La risposta è che non esiste un modello migliore di un altro, ma dipende sempre e solo dalle proprie esigenze e aspettative.
Il vantaggio più evidente della fascia è che può essere adattata ai vari stadi della gravidanza e utilizzata anche come fascia post parto. Inoltre, lasciando scoperta la maggior parte della pancia, è più fresca degli altri modelli ed è particolarmente consigliata durante l’estate. Le guaine e le pancere offrono un sostegno decisamente migliore, ma l’acquisto necessita di maggiore attenzione: non essendo regolabili è indispensabile comprare la misura giusta, non troppo larga, ma nemmeno troppo stretta, per evitare di nuocere alla circolazione e agevolare la comparsa di smagliature e cellulite.

Consigli d’ uso

Anche dopo la nascita del bambino, in alcuni casi, è consigliabile utilizzare per un periodo di tempo una pancera post parto, altrimenti chiamata guaina post parto. In cotone o in fibra sintetica, avvolge la schiena e l’intero addome, arrivando fino all’ombelico. Grazie alla compressione, assicurata dalla sua estrema elasticità, sostiene efficacemente i muscoli addominali, inevitabilmente rilassati dopo la gravidanza, favorisce una corretta postura e, perché no, contribuisce a rendere la silhouette più tonica e modellata. Se mal tollerata, si può sostituire la pancera con una fascia post parto, soprattutto molto efficace nel ridurre il dolore del taglio cesareo.
Il dibattito sull’utilizzo di questi accessori di contenimento è tutt’ora molto vivace. Alcuni medici ne consigliano l’uso, mentre altri mettono in luce soprattutto le eventuali controindicazioni. In ogni modo, pancere e fasce non devono mai essere indossate per tutto il giorno ed è sempre opportuno consultare il proprio medico prima di utilizzarle.

Visualizzazione di tutti i 6 risultati