Scarpe Per I Primi Passi: La Qualità E' Fondamerntale

Eleganti o sportive, aperte oppure chiuse, con fiocchetti o con LED luminosi, con lacci o con chiusura a strappo, le scarpe bambino sono sempre più fashion e di tendenza. Tuttavia, per una corretta crescita dei piedini, le calzature devono coniugare l’estetica, alla flessibilità ed al sostegno del corpo.

Scarpe bambino: quali scegliere?

Il mercato offre svariate tipologie di scarpe per bambini, a seconda delle diverse età ed esigenze:
– scarpe neonato. Nei primi sei mesi di vita, i bambini non sono ancora capaci di camminare, per cui indossano calzini, scarpine o babbucce puramente decorative;
– sandali bambino o ciabattine. Nei periodi più caldi dell’anno, evitano l’eccessiva sudorazione dei piedi. Vanno scelte accuratamente, valutandone la struttura e la suola traspirante.
– stivaletti bambina e scarpe chiuse per bambino. Proteggono le dita dei piccoli, evitando di farsi male durante il gioco o le attività sportive. Sicure e traspiranti, contribuiscono a mantenere una postura corretta, nonché evitano la formazione di vesciche e di reazioni da sfregamento.
– pantofole bambino. Colorate e comode, riportano dettagli dei personaggi preferiti dai piccoli, rendendo più divertenti i momenti da trascorrere in casa.

Come scegliere il modello?

Le scarpe bambino o bambina devono poter sostenere in maniera adeguata l’ossatura e contribuire a mantenere una buona postura. Devono poter essere confortevoli, leggere ma al tempo stesso solide e dalla suola robusta, in modo da garantire ai bimbi libertà di movimento durante il gioco e l’attività fisica. Per l’acquisto di scarpe da ginnastica, in tela oppure in materiale impermeabile, bisogna fare attenzione alla suola, optando per quella rinforzata oppure rialzata.
Consiglio: la misura perfetta
Le scarpe bambino sono solitamente usa e getta, in quanto l’ossatura e la muscolatura del piede cambiano costantemente, in tempi brevi. I genitori hanno, pertanto, il compito di verificare eventuali variazioni ogni 2-3 mesi. La taglia perfetta va individuata considerando che i due piedi differiscono leggermente tra loro, per cui, bisogna basarsi sulla misura di quello più lungo. Per evitare di stringare il piede del bambino all’interno di una scarpa scomoda, calcolare almeno un centimetro in più, per consentire il movimento delle dita. I numeri sul fondo della scarpa non sono assoluti. Possono infatti variare da un produttore all’altro, anche in base al Paese d’origine. Per non sbagliare, chiedere consiglio alla commessa del negozio.

Visualizzazione di tutti i 4 risultati

Filtri

Filtra i prodotti

Filtra per prezzo

Filtra per Marca

Filtra per età

Filtra per Bimbo o Bimba

Filtra per Stagione