Iperbimbo

Mangio da solo – Gli step per far mangiare il piccolo da solo

mangiare da solo bimbo

Tra episodi esilaranti, piccoli disastri e progress i quotidiani, qualche consiglio per aiutare il vostro bambino a destreggiarsi con cucchiaio e forchetta.

Che grande conquista afferrare il cucchiaio, raccogliere un po’ di pappa dal piatto e mangiare da soli. Se per un bambino il procedimento non è immediatamente semplice, presentarglielo come un gioco può stimolare la sua voglia d’imparare, imitando i grandi e acquisendo dimestichezza e abilità. Sì, quindi, alla libertà di sperimentare e pasticciare (almeno un po’) con il cibo, con poche restrizioni volte a promuovere nel bambino una crescente autonomia.

Piccoli disastri

Durante lo svezzamento, il bambino inizia a manifestare grande interesse per la pappa, e non solo in funzione dell’appetito: mentre voi gli sistemate il piattino davanti, lui ci avrà già infilato le dita con grande soddisfazione. Prima che ve ne accorgiate, se le sarà portate alla bocca, di solito con il risultato di spalmarsi la pappa su viso e vestiti e di lasciarla cadere (o lanciarla, è così divertente). I primi esperimenti autonomi col cucchiaino non daranno esiti molto diversi. Sappiate che per il bambino si tratta di un processo naturale: il primo modo, diverso dalla suzione, per entrare in relazione con il cibo. Certo, per un genitore già super indaffarato, ritrovarsi regolarmente con la casa imbrattata e il bambino da pulire non è una passeggiata. Guidato nei suoi progressi, però, vedrete che capirà in fretta ‘come si fa’, e presto vorrà mangiare tutto da solo.

10 Consigli Pratici
■ Fate mangiare il bambino seduto a tavola con voi: date il
buon esempio e lui vi imiterà.
■ Attrezzatevi con bavaglino e tovaglietta di plastica.
■ Mostrategli l’impugnatura corretta del cucchiaio: è più
facile imparare subito che modificare poi una pratica scorretta.
■ Prevedete a tavola due cucchiaini: uno per lui e uno perché
possiate aiutarlo.
■ Siate comprensivi: all’inizio per lui l’operazione è complessa.
■ Siatelo meno quando, un po’ più grande, rovescia il piatto
o lancia il cucchiaio apposta.
■ Non cedete alla tentazione d’imboccarlo sempre: deve
fare pratica per imparare.
■ Non rifiutategli il vostro aiuto: spesso la sua non è
pigrizia, ma richiesta di attenzioni.
■ Lodatelo per ogni piccolo progresso.
■ Offritegli cibi da mangiare con le mani: pane, frutta ma
anche frittata, formaggi, pizza, fette di barbabietola, prosciutto:
ci si applica meglio se ogni tanto si può sgarrare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Twitter
IperBimbo on Twitter
188 people follow IperBimbo
Twitter Pic lemomfot Twitter Pic Raffaele Twitter Pic Ffrancis Twitter Pic Lisarbol Twitter Pic Illianna Twitter Pic RegaliaL Twitter Pic TABU_Max Twitter Pic Stefy_AD
pinterest button