5 idee per i ponti di primavera

GIARDINO DI NINFA CISTERNA LATINA (LAZIO)

Dichiarato monumento nazionale nel 2000 e reclamizzato dal New York Times come uno dei giardini all’inglese più belli al mondo, il Giardino di Ninfa sorge dove un tempo si trovava una città medioevale. Il nome deriva da un tempietto romano dedicato alle ninfe Naiadi, i cui resti sono ancora visibili. Ciò che affascina maggiormente grandi e piccini è l’esplosione della natura, 1300 specie tra magnolie decidue, betulle, iris palustri e aceri giapponesi. Lo spettacolo diventa ancora più magico in primavera, quando fioriscono ciliegi e meli ornamentali. Profumi, giochi cromatici e paesaggi fiabeschi incanteranno i bambini (i passeggini possono essere spinti agevolmente). Il parco è aperto solo in certi giorni dell’anno e con visite guidate. È anche possibile visitare l’hortus conclusus, giardinetto all’italiana con vasche abitate da cigni.

www.fondazionecaetani.org/giardini.php

 

PARCO AI PIOPPI NERVESA DELLA BATTAGLIA (VENETO)

È una storia romantica quella che si cela dietro il parco giochi Ai Pioppi. 45 anni fa Bruno Ferrin e Marisa Zaghis aprirono l’Osteria ai Pioppi, dove offrivano buon vino, carne alla griglia e piatti tipici. Bruno, classe 1937, scoprì ben presto la sua abilità costruttiva e creativa e, in 40 anni, diede vita a un vero e proprio luna park artigianale, forse l’unico al mondo. Nei boschi del Montello sul Piave adulti e bambini potranno sbizzarrirsi tra altalene, scivoli, tappeti elastici, tutte attrazioni alimentate ‘a mano’ dall’energia fornita dai visitatori stessi (avete mai visto il giro della morte a pedali?) e perfettamente integrate nel verde circostante. I giochi sono riservati agli ospiti dell’Osteria e ai bambini dai 5 anni (alcune dai 10). I più piccoli resteranno comunque a bocca aperta di fronte a tanta fantasia, in attesa di poter sperimentare di persona l’emozione del divertimento sostenibile.

www.aipioppi.com

 

 

PARCO SCULTURE DEL CHIANTI PIEVASCIATA (TOSCANA)

Una mostra permanente di installazioni e sculture contemporanee, nata nel 2004 per iniziativa dei coniugi Giadrossi, entrambi appassionati d’arte. La caratteristica principale del Parco è l’integrazione tra arte e natura. Percorrendolo ci si imbatterà nelle sculture più inaspettate, in un extra-ordinario connubio fra le sculture e il bosco, i suoni, i colori e la luce. Qui l’opera dell’uomo non tende a prevaricare la natura, ma a integrarla ed esaltarla. L’opera che più piacerà ai vostri bambini? Le mucche colorate di Vincent Leow. Nel parco c’è anche un anfiteatro dove vengono organizzati concerti e spettacoli. Una bella occasione per stare all’aria aperta e avvicinarsi all’arte contemporanea.

www.chiantisculpturepark.it

 

 

PARCO DI CERVIA MILANO MARITTIMA (EMILIA ROMAGNA)

Un’oasi verde di 32 ettari dove vivere una giornata all’aria aperta e scoprire gli animali della fattoria: cavalli, caprette, pecore, daini, maiali, galline, conigli e tanti altri piccoli mammiferi. Nella fattoria didattica si può entrare in un grande recinto e avere un contatto ravvicinato con i suoi ospiti, da soli o insieme a un esperto durante le visite guidate. Nei prati e nell’area attrezzata è possibile organizzare picnic, ma c’è anche un punto ristoro. Agli appassionati interesserà sapere che la pineta è definita bosco planiziale e classificata come sito d’interesse comunitario e zona di protezione speciale. L’area verde è percorribile con il passeggino.

www.atlantide.net/amaparco/parco-naturale-cervia/

 

 

VILLA D’ESTE – TIVOLI (LAZIO)

Da un lato la storia, con il palazzo inserito nel percorso delle ville antiche della zona di Tivoli, dall’altra la bellezza paesaggistica, con un parco di 35mila metri quadrati in cui si alternato giardini, 250 zampilli, 60 polle d’acqua, 255 cascate, 100 vasche, 50 fontane (la Fontana di Nettuno è forse la più importante; quella dell’Organo idraulico regala rilassanti melodie), 20 esedre e terrazze, oltre 15mila piante e alberi ornamentali perenni. Capolavoro del Rinascimento italiano, Villa d’Este si presta per trascorrere un pomeriggio in famiglia, ammirando i giochi d’acqua e andando alla scoperta dei grossi pesci che abitano le vasche. Aperto tutto l’anno, visite guidate su prenotazione.

www.villadestetivoli.info

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi utilizzare questi tag e attributi HTML:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>