Iperbimbo

Disostruzione: perché è importante conoscere le manovre

«Ogni anno in Italia più di 50 bambini, uno a settimana, perdono la vita per soffocamento causato dall’ostruzione delle vie aeree. Muoiono perché chi gli è accanto in quel momento non sa come intervenire». È quanto è riportato sul sito del Ministero della Salute.

L’opinione pubblica, negli ultimi anni, si è dimostrata altamente sensibile al problema: si è finalmente capito che la conoscenza di alcune manovre per liberare le vie aeree da cibo o corpi estranei, da parte di genitori, operatori scolastici o anche semplici cittadini, può risultare determinante per salvare vite umane.

Il Ministero della Salute ha scelto il 23 aprile come Giornata nazionale sulle manovre di disostruzione pediatrica. Sono sempre più numerose le associazioni di volontariato che erogano corsi gratuiti in Italia ed è anche migliorata l’offerta dei corsi professionali e certificati accreditati al 118 regionale (la legge italiana non prevede, per ora, corsi obbligatori presso le scuole e durante i corsi preparto).

 

Certo, anche la prevenzione è importante, il che significa mettere in atto accorgimenti perché, negli spazi abitati da bambini sotto i 4 anni, gli oggetti pericolosi non siano lasciati alla portata di manine curiose.

In particolare giocattoli smontabili, pile al litio, magneti, tappi delle penne, palline di ogni tipo e materiale, monete, ciondoli e bottoni. C’è poi tutta la sfera degli alimenti, alcuni altamente pericolosi come caramelle, pistacchi e nocciole, ma anche cibi dalla forma cilindrica (mozzarelle, carote a fette, würstel), o appiccicosi, che si sfilacciano (come il prosciutto crudo), che hanno una forte aderenza (le carote a julienne) o che, seppur tagliati, non perdono la loro consistenza (pere dure, prugne, alcuni biscotti).

Disostruzione

Una volta messo in sicurezza l’ambiente, non si può purtroppo avere la certezza che non capiterà mai un incidente. I bimbi piccoli hanno una ridotta capacità di espellere con forza un corpo estraneo: basta poco per arrivare alla tragedia. Da questo quadro deriva la sensibilizzazione a frequentare corsi dedicati, in cui si parlerà della messa in sicurezza della casa e della prevenzione in generale, ma anche di come capire se il bambino sta soffocando a causa di un oggetto esterno. Si verrà quindi istruiti sulle manovre da eseguire in base all’età del bambino e su come reagire nel caso si renda necessario chiamare il 118.

Anche l’aspetto emotivo dell’adulto è una componente da non sottovalutare e che normalmente viene trattata nei corsi.

Gli esperti consigliano comunque di non ‘accontentarsi’ di una lezione, ma di ripetere il percorso almeno una volta all’anno o di rinfrescarsi la memoria attraverso i video online specifici sul tema, provando poi a ripetere le manovre in modo autonomo.

Automanovra

 

Oltre ai corsi, esistono oggi anche app dedicate, che includono persino il widget per la richiesta di soccorso immediata. Segnaliamo la app della Croce Rossa Italia che insegna passo dopo passo le manovre da mettere in atto in caso di emergenza.

 

Iperbimbo organizza corsi gratuiti presso i punti vendita.

Se vuoi essere aggiornato sulle date dei corsi e vuoi ricevere la nostra newsletter iscriviti subito compilando il form in calce!

 



  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Twitter
IperBimbo on Twitter
202 people follow IperBimbo
Twitter Pic prettyai Twitter Pic RrotaniF Twitter Pic SamiLull Twitter Pic LauraBLa Twitter Pic flaviaro Twitter Pic Quercett Twitter Pic matteori Twitter Pic Mercadan
pinterest button